Trattiene ritenute
dei dipendenti
per 236 mila euro

29.06.2020

Scoperto dalla guardia di finanza di Vicenza un datore di lavoro che avrebbe trattenuto le ritenute operate in capo ai suoi dipendenti per oltre 236mila euro. Sequestrati a una società vicentina, che opera nel settore della produzione di prodotti per gelateria e pasticceria, e al suo amministratore beni immobili e denaro per un valore pari al profitto del reato. All’amministratore e liquidatore della società, che non aveva provveduto a dichiarare le ritenute del 2017 entro la scadenza del 31 ottobre 2018, è stato contestato il reato di omesso versamento di ritenute dovute o certificate.

 

Gli ulteriori accertamenti, estesi al nucleo famigliare dell’indagato, hanno consentito di dimostrare la riconducibilità allo stesso di numerosi beni immobili che erano stati fittiziamente intestati al coniuge mediante un atto di donazione “simulato”. Le Fiamme Gialle vicentine hanno pertanto sottoposto a sequestro beni immobili (3 fabbricati e terreni) ubicati nella provincia berica, per un valore di oltre 196.000 euro, nonché disponibilità finanziarie detenute su rapporti bancari, per oltre 40.000 euro.

CORRELATI