Spacca la mano
ad un poliziotto
Arrestato pusher

Lo spacciatore arrestato ieri dalla polizia a Campo Marzo
Lo spacciatore arrestato ieri dalla polizia a Campo Marzo
24.08.2019

VICENZA. Spacca la mano ad un poliziotto durante una collutazione. Spacciatore viene bloccato in via Verdi a Campo Marzo e arrestato. È così finito in manette Clement Irabor, 26 anni, nigeriano, arrestato per spaccio, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. 
L'uomo nascondeva palline di eroina e cocaina nelle tasche dei pantaloni e in bocca. Per questo, quando verso le 15 di ieri, venerdì, è stato fermato da una pattuglia delle volanti a Campo Marzo, insospettite dagli atteggiamenti del 26enne, è fuggito in sella ad una bici. Una volta bloccato dagli agenti, però, ha reagito violentemente arrivando a spaccare con un calcio la mano ad un poliziotto. 

 

Il nigeriano - un richiedente asilo in Italia dal 2016, segnalato per comportamenti violenti in una comunità di accoglienza del centro Italia e denunciato per reati contro la persona - aveva tentato di allontanarsi alla vista della pattuglia del reparto Prevenzione Crimini di Padova, in supporto ai colleghi di Vicenza. Dapprima aveva rivolto gesti offensivi contro gli agenti e una volta  bloccato ha tentato di divincolarsi, sputando le palline di droga che aveva in bocca contro i poliziotti e tentando di sfilare loro la pistola d'ordinanza dalla fondina.

A quel punto, a dar man forte ai tre agenti sono arrivate una volante della Questura e una pattuglia dell'esercito, ma il nigeriano ha continuato a divincolarsi, mordendo le mani agli operatori. Alla fine, l'uomo è stato immobilizzato e ammanettato. In quel frangente il 26enne, al quale era stato revocato il permesso di soggiorno per motivi umanitari, ha sferrato un calcio a uno dei poliziotti, colpendolo alla mano e provocandogli la frattura del metacarpo. 

 

Una volta arrestato lo spacciatore, a terra la polizia ha trovato 11 palline sputate dall'arrestato durante la colluttazione. Inoltre. Irabor aveva addosso aveva altra droga: 4,22 grammi di eroina e 3,64 cocaina.  L'agente ferito è ricorso alle cure del pronto soccorso dove gli sono stati diagnosticati 30 giorni di prognosi. Feriti anche gli altri poliziotti, che hanno riportato escoriazioni alle dita in seguito ai morsi ricevuti. 

 

L'uomo oggi ha patteggiato un anno e otto mesi con la condizionale ed è stato scarcerato.

 

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >