Si è spento il prof
che amava Nietzsche
«Uomo coltissimo»

Il prof. Antonio Busolo Cerin
Il prof. Antonio Busolo Cerin
AN.MA.08.10.2019

VICENZA. A giugno aveva salutato alunni e colleghi dopo un anno scolastico portato a termine con fatica, ma senza mai risparmiarsi nello spiegare ai suoi alunni le materie che tanto amava e alle quali aveva dedicato una vita. Antonio Busolo Cerin, 62 anni, docente di storia e filosofia del liceo Fogazzaro, se n'è andato in silenzio, per un male incurabile, lasciando la moglie e coloro che lo conobbero nell'istituto di contra' Burci dove aveva insegnato per anni al triennio dell'indirizzo linguistico.

 

«Diamo l'annuncio con dolore e commozione ricordando sempre di lui l'amore per la conoscenza e per il coraggio nei momenti più difficili. Gli si addice il pensiero di Epitteto "e ovunque andrò, là troverò sempre il sole, la luna e le stelle; troverò sogni e presagi e converserò con gli dei"», è la dedica pubblicata sull'homepage della scuola.

 

«Parlava perfettamente inglese e tedesco, insegnava storia e filosofia con il metodo Clil - ricorda la dirigente Maria Rosa Puleo -. Era persona coltissima, amante di Nietzsche, dedita al lavoro che svolgeva con grande professionalità». Cerin aveva studiato al Pigafetta doveva aveva appreso il latino e greco, che non aveva mai abbandonato. «Aveva un senso del dovere tale che all'ultimo collegio docenti mi chiese sommessamente se poteva andare a casa perché non si sentiva bene», aggiunge Puleo la preside del Fogazzaro dove ieri a mezzogiorno le classi hanno osservato un minuto di silenzio in memoria di questo prof d'altri tempi che a colleghi e ragazzi che si preoccupavano per lui rispondeva sorridendo «avanti fino alla fine, come Leonida alle Termopili». Cerin è stato collaboratore del Giornale di Vicenza: grande esperto d'informatica negli anni '90 ha curato una pagina dedicata all'argomento. 

1 2 3 4 5 6 >