Plateatici gratuiti
per i bar "senza"
le slot machine

Slot machine "allontanate" anche dai siti Unesco di Vicenza.
Slot machine "allontanate" anche dai siti Unesco di Vicenza.
30.07.2020

Gioco d'azzardo, arriva il nuovo regolamento comunale che si adegua alle disposizioni regionali. E per i bar e i locali che scelgono di disinstallare le slot machine, il Comune concede il plateatico gratis all'esterno per un anno. È stato approvato ieri dalla Giunta di Vicenza, e prosegue ora il suo iter verso l'adozione in consiglio comunale, il testo del nuovo "regolamento comunale per l'apertura delle sale giochi e l'installazione degli apparecchi per il gioco lecito con vincita in denaro".

"Per disincentivare la presenza delle slot - ha precisato l’assessore alle attività produttive - abbiamo, inoltre, deciso di confermare la concessione gratuita del plateatico per un anno, ai titolari di bar e ristoranti che scelgano di disinstallare questi apparecchi e di non reinstallarli per almeno 5 anni”.

Le distanze minime da rispettare sono di 500 metri dai luoghi "sensibili" quali scuole, luoghi di culto, impianti sportivi, ospedali, strutture ambulatoriali, residenze per anziani, strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione socio-culturale, oratori e circoli da gioco per adulti, stazioni ferroviarie e di autocorriere.

"Da sempre l'attenzione verso il fenomeno dilagante della ludopatia è alta da parte dell'amministrazione comunale - ha spiegato l'assessore alle attività produttive - tanto che il nostro regolamento era già vigente quando è stata emanata la nuova legge regionale. Abbiamo, quindi, deciso di mantenere la previsione delle distanze minime di 500 metri lineari da alcuni luoghi che l'amministrazione intende tutelare in modo speciale anche il sito Unesco, che comprende il centro storico con i 23 monumenti palladiani e le ville suburbane Capra detta “La Rotonda”, Trissino a Cricoli e Gazzotti a Bertesina), nonché di inserire tale previsione nel caso di aperture di nuove sale giochi”.