Piazza Polegge
Un nuovo rinvio
Rischio bonifica

Il cantiere a Polegge. COLORFOTO
Il cantiere a Polegge. COLORFOTO
Nicola Negrin27.01.2020

Quando i tecnici hanno sentito in successione quei “bip”, la memoria è andata a un’altra distesa verde, molto più ampia, che ha creato diversi grattacapi all’amministrazione comunale. Certo, il terreno di 2.400 metri quadrati che dovrà in futuro ospitare la piazza di Polegge non è minimamente paragonabile al parco della Pace, tuttavia il rischio di dover avviare un’operazione di bonifica bellica non prevista ora è concreto.

 

«Sì - ammette l’assessore alle infrastrutture Mattia Ierardi - è quello che è emerso dopo l’indagine ferromagnetica. Sono spuntate numerose corrispondenze che fanno pensare che lì sotto possano esserci ordigni o elementi simili. Se la lettura delle analisi darà esito positivo, allora non ci sarà altra scelta».

 

Si dovrà procedere inevitabilmente con la caccia alle bombe. Il che vuol dire lavori aggiuntivi, costi aggiuntivi e soprattutto tempi aggiuntivi. E dire che i lavori si sarebbero dovuti concludere entro la fine del 2019.