Nuovo scontro
alle piscine
Atleti a piedi

Nuovo scontro alle Piscine tra gestore e Nuoto Libertas
Nuovo scontro alle Piscine tra gestore e Nuoto Libertas
Nicola Negrin31.07.2020

L’acqua bolle di nuovo alle piscine di viale Ferrarin. A tenere banco è il braccio di ferro tra Piscine di Vicenza, gestore dell’impianto, e Nuoto Vicenza Libertas, società che utilizza gli spazi per l’attività agonistica. Nel 2019 le due realtà erano già entrate (ancora una volta) in collisione non trovando la quadra sulla cifra da pagare per occupare le corsie. Ora ecco la nuova ondata destinata, però, a travolgere oltre 200 tesserati.

Piscine, richiamando l’emergenza Covid, nei giorni scorsi ha rescisso il contratto con Nuoto Libertas che, come se non bastasse lo “sfratto” improvviso, si prepara a chiudere definitivamente i battenti dopo aver ricevuto un decreto ingiuntivo di 340 mila euro sempre da parte del gestore per il pagamento di spazi acqua nelle stagioni 2016-2017 e 2018-2019.

Una rottura definitiva, con il Comune che ora prova la strada della mediazione.