Multato il parroco
per divieto di sosta
mentre dice messa

Don Ivano Maddalena e la foto della multa
Don Ivano Maddalena e la foto della multa
25.04.2019

VICENZA. Il posto riservato al parroco è occupato da altre automobili. Il sacerdote è quindi costretto a parcheggiare da un'altra parte e viene multato mentre celebra la messa in chiesa. 

La curiosa vicenda ha visto come teatro l'area della chiesa di San Pietro. A fare le spese della maleducazione altrui è stato don Ivano Maddalena, parroco dell'unità pastorale di San Pietro, il quale ha commentato l'accaduto con un post su Facebook, con tanto di foto del verbale dei vigili. «Ho sbagliato, pago. Errore mio», sono in ogni caso le sue parole di risposta ad alcuni commenti al suo post.

 

LA VICENDA. Da quanto è possibile apprendere dal profilo Facebook, don Ivano era arrivato nel piazzale della chiesa di San Pietro con la propria auto. Doveva celebrare la messa in chiesa e per questo si era messo alla ricerca di uno stallo libero: il posto riservato al parroco risultava già occupato. E non sarebbe stata la prima volta, secondo quanto recita il post dello stesso sacerdote: «Come parroco avrei un posticino riservato ma è sempre occupato da altri».

Il problema, dunque, sta nella condotta di altri automobilisti, che non si fanno scrupolo di parcheggiare nel posto riservato al sacerdote. Questi, per poter entrare in chiesa e celebrare la messa, era stato costretto a parcheggiare in un altro punto, violando, evidentemente, il codice della strada. I vigili urbani, infatti, notata l'infrazione, hanno staccato il verbale, ponendolo sul parabrezza del sacerdote.

 

Al termine della celebrazione liturgica, il parroco ha trovato la multa sulla sua auto: «Uscito fuori, la sorpresa», ha scritto sul social network.

C'è di più: secondo quanto si legge tra i commenti su Facebook, secondo lo stesso parroco sarebbero stati i vicini a chiamare i vigili, circostanza confermata dagli stessi agenti.

 

IL POST. Don Ivano ha quindi pagato la multa, per poi pubblicare sul proprio profilo Facebook una foto del verbale e qualche parola per spiegare quanto accaduto. «Obolo al Comune di Vicenza versato» è la conclusione del post, con una faccina sorridente e dotata di aureola. Raggiunto ieri al telefono, don Ivano non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito alla vicenda. 

1 2 3 4 5 6 >