Maestra denuncia
«Botte da moglie
di un camorrista»

Una classe di una scuola dell'infanzia
Una classe di una scuola dell'infanzia
21.07.2019

VICENZA. Una vicenda piuttosto complicata, accaduta nell’aprile di tre anni fa, ma di fatto emersa solo in questi giorni dopo che il tribunale ha fissato, per la primavera prossima, la data dell’udienza in cui si discuterà il caso dell'insegnante di una scuola dell’infanzia della città, che in base all’inchiesta della procura risulta essere stata aggredita e minacciata dalla mamma di uno dei suoi alunni (non riportiamo il nome dell’imputata per tutelare il figlio minorenne e anche perché la donna risulta moglie di un collaboratore di giustizia ex camorrista).

 

Dopo essere andata a prendere il figlio a scuola, la mamma (nell'occasione accompagnata anche dalla nonna del bimbo) avrebbe chiesto alla maestra di uscire un attimo dalla mensa della scuola perché desiderava parlarle. Improvvisamente quando la mamma si trova di fronte alla maestra - stando alla denuncia - le dà due manrovesci in pieno viso aggiungendo «le restituisco lo schiaffo che ha dato a mio figlio». Quindi, dopo le sberle, l'insegnante sarebbe stata presa violentemente per i capelli. Un'aggressione fisica alla quale sarebbe seguita quella verbale, anche da parte della nonna del ragazzino. Della serie «il bambino ha detto che oggi la maestra gli aveva dato uno schiaffo, i bambini dicono sempre la verità. Noi la facciamo fuori. Lei non sa chi siamo noi». 

1 2 3 4 5 6 >