Doppio dramma
Il virus le toglie
madre e marito

Al San Bortolo si lavora senza sosta contro l'emergenza coronavirus
Al San Bortolo si lavora senza sosta contro l'emergenza coronavirus
Alessia Zorzan25.03.2020

«Mi sono chiesta mille volte come possa essere avvenuto il contagio, ma è una domanda senza risposta». Luigina Marcon, 53 anni, non si dà pace. In una decina di giorni il Covid-19 le ha strappato prima la madre, Anna Meda di Sandrigo, mancata il 17 marzo, poi il marito, il professor Francesco Dall'Antonia, già primario di chirurgia al San Bortolo, volontario della Croce rossa e vicepresidente di Senior Veneto, spentosi in ospedale l'altra notte. «È un dolore grandissimo, perché da quando mio marito è stato ricoverato non l'ho più visto. L'ultimo contatto con lui è stato un messaggio. Questo maledetto virus...». Lei stessa è a casa, a Vicenza, in isolamento, come prevede la procedura.

 

L'ex primario di chirurgia Francesco Dall'Antonia

 

Disponibilità, impegno, professionalità le parole che si ripetono nei ricordi di chi ha conosciuto Dall'Antonia. «Se ne va un grande professionista e un amico - le parole del sindaco Francesco Rucco - una persona che si è sempre dedicata alla cura degli altri, senza mai risparmiarsi».