L’autogru perde l’olio Strade chiuse per ore

L’autogru che ha perso l’olio su una superficie di 400 metri quadri.  A.C.
L’autogru che ha perso l’olio su una superficie di 400 metri quadri. A.C.
A.C. 13.06.2019

Grossi disagi alla viabilità trissinese durati tutta la giornata di ieri. Una rottura improvvisa del tubo dell’impianto ha causato il versamento sull’asfalto di oltre 40 litri di olio idraulico da un’autogru della Sis, la società, che sta realizzando la Superstrada Pedemontana Veneta. La bonifica si è completata solo nel tardo pomeriggio con la fresatura e il prelevamento del manto bituminoso impregnato d’olio, mentre alla stesura di un nuovo strato d’asfalto si procederà successivamente. È accaduto ieri mattina intorno alle 9 all’incrocio di via dell’Industria e di via San Rocco a 50 metri dal ponte Vecchio. L’olio ha invaso 400 metri quadrati del manto stradale. La polizia locale è intervenuta con il comandante Livio Ferrari e l’agente Simone Pellichero, che ha chiuso via San Rocco e istituito il senso unico sulla provinciale in direzione del centro storico di via dell’Industria. Nel frattempo sono stati allertati i tenici di Vi.abilità, la società pubblica, che gestisce la manutenzione della rete stradale provinciale, e gli operai comunali, che assieme ai dipendenti della Sis, hanno provveduto a gettare sull’asfalto della sabbia assorbente. Un intervento che ha scongiurato il pericolo di inquinamento ambientale nel caso in cui l’olio fosse entrato nelle caditoie della carreggiata. Nel frattempo è arrivato sul posto anche il furgone del Pronto intervento incidenti, ma ormai la macchia d’olio si era estesa su tutto il perimetro dell’incrocio. Via via, ciascuno per la loro competenza, sono giunti sul posto i tecnici dell’Arpav, Agno Chiampo Ambiente e i vigili del fuoco. Il sindaco Davide Faccio ha preso in mano la situazione. La Sis ha fatto arrivare un’auto pulitrice che ha pulito la superficie del manto stradale, ma ormai l’olio aveva impregnato lo strato di bitume. Da qui la decisione di asportare il manto stradale inquinato e stenderne uno di nuovo. La Sis ha chiamato un’azienda specializzata che si è messa all’opera, con la fresatrice ha asportato i circa 400 metri quadrati di asfalto inquinato dell’incrocio. Solo nel tardo pomeriggio il traffico è ripreso regolarmente. La nuova sfaltatura dell’incrocio sarà effettuata oggi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >