Otto disegni in corsa per la mascotte

La commissione che ha scelto gli otto disegni che nelle prossime settimana verranno votati. FOTO CISCATOAlcuni dei lavori pervenutiUno dei loghi proposti
La commissione che ha scelto gli otto disegni che nelle prossime settimana verranno votati. FOTO CISCATOAlcuni dei lavori pervenutiUno dei loghi proposti
Alessandra Dall'Igna 11.12.2019

La città di Thiene vista attraverso gli occhi dei suoi bambini è un castello con le gambe, un robot coloratissimo, un campanile sorridente e un gattone che sembra aver mangiato piazza Chilesotti. Non ha avuto limiti la fantasia dei 1.300 studenti delle scuole elementari e medie dell'Istituto comprensivo di Thiene, di Santa Dorotea e del Patronato San Gaetano chiamati dal Distretto del Commercio a dare vita alla nuova mascotte di Thiene ispirata alla storia della città. È stata notevole la varietà di nomi e di disegni che i ragazzi hanno proposto per il personaggio che da qui a pochi mesi diventerà il simbolo della città e che avrà il compito di riportare le famiglie a vivere il centro storico e di animare il commercio. L'iniziativa, avviata lo scorso maggio da Ascom assieme a Comune e Confesercenti, è entrata nel vivo. Gli elaborati realizzati dagli studenti sono stati esaminati da una commissione composta da rappresentanti dei soggetti promotori e degli istituti coinvolti insieme ad un esperto di grafica. Al termine di questa prima selezione sono stati scelti otto disegni, uno per ogni plesso scolastico coinvolto, e quattro possibili nomi che dovrebbero caratterizzare la futura mascotte: Thienino/a, Arturo, Thient e Thienny. La parola spetta ora alla cittadinanza che potrà votare la mascotte più appropriata per Thiene attraverso le cartoline che da sabato saranno presenti nei circa cinquanta negozi del centro che hanno aderito all'iniziativa. Da febbraio si lavorerà quindi alla realizzazione della mascotte, supervisionata da un esperto; una volta pronta, sarà presentata ufficialmente in primavera. «Attraverso questa simpatica iniziativa - ha spiegato Alberto Samperi, assessore al commercio - vogliamo incentivare i giovani e le loro famiglie a frequentare il centro storico e ad apprezzare e conoscere i suoi negozi». «È la prima volta che scuola, associazioni e Comune lavorano in sinergia per assicurare un futuro al commercio cittadino», ha sottolineato Fabio Zardo, presidente dei commercianti del centro storico. «Dagli elaborati che ci sono pervenuti - ha detto Luca Stragapede, manager del Distretto del Commercio - è evidente quanto le nuove generazioni siano affezionate alla loro città e si sentano di appartenerle». Le scuole thienesi sono state le protagoniste di questa originale iniziativa che consegnerà loro un importante riconoscimento utile sotto forma di materiale scolastico. «Studenti e insegnanti hanno lavorato molto tempo a questo progetto - ha spiegato Maria Zermini, vice preside dell'Istituto comprensivo di Thiene - che ha richiesto un approfondimento della storia cittadina e dei suoi personaggi» «È un'iniziativa importante per le nuove generazioni che devono sentirsi orgogliose di appartenere alla città di Thiene nonostante siano già proiettate nel mondo» ha aggiunto Carlo Maino, preside dell'Istituto Santa Dorotea. «Mi è piaciuto molto raccontare ai miei ragazzi la storia di Thiene - ha concluso don Fidenzio Nalin del Patronato San Gaetano - e loro hanno avuto l'occasione di confrontarsi con un compito di realtà e di cittadinanza consapevole». • © RIPRODUZIONE RISERVATA