Assalto nella notte Ladro arrestato nella razzia al bar

Una gazzella dei carabinieri davanti al bar Roberta. FOTO CISCATO
Una gazzella dei carabinieri davanti al bar Roberta. FOTO CISCATO
Marco Billo 06.12.2019

Sarebbero riusciti ad arraffare un bottino di oltre mille euro in sigarette, dispositivi elettronici e contanti, se i carabinieri non fossero intervenuti tempestivamente sventando il furto. La notte scorsa i militari del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Thiene, in quel momento impegnati in un servizio di controllo del territorio per contenere la piaga dei furti nelle abitazioni e negli esercizi commerciali, hanno infatti arrestato in flagranza di reato Alexandru Morosan, 32enne di origine romena e senza fissa dimora. L’uomo, assieme a un complice armato di pistola e in fase di identificazione, attorno all'una di ieri notte ha preso di mira poco dopo l'orario di chiusura il bar “Roberta” di via Lampertico a Thiene. Indossando dei passamontagna i due complici hanno sfondato il vetro della porta d’ingresso dell’esercizio e si sono introdotti nel locale gestito da una cittadina di origini cinesi. In pochi minuti i malviventi sono riusciti a mettere le mani su oltre duecento pacchetti di sigarette per un valore di più di mille euro, su cinquanta accendini, un computer portatile, due decoder per Tv, uno smartphone e circa duecento euro in contanti di vario taglio sottratti dalle casse. Mentre i due stavano svaligiando il bar, la titolare si trovava negli alloggi sottostanti: spaventata dai forti rumori che provenivano dal piano superiore, la donna non si è persa d’animo. Ha scelto di rinchiudersi per sicurezza in una stanza con altre due collaboratrici e s’è messa in contatto con il 112. L’immediato intervento dei militari del Nucleo Operativo Radiomobile, supportati da altre due pattuglie di rinforzo della Compagnia di Thiene e di Malo, ha permesso ai carabinieri di sorprendere i due malfattori mentre stavano accantonando all’esterno la merce appena trafugata ed erano ancora intenti a svaligiare il bar. Morosan, colto nella flagranza del furto aggravato, è stato bloccato, arrestato e identificato, mentre il suo complice, armato di pistola, alla vista degli uomini dell'Arma si è rintanato all’interno dei locali di pertinenza del bar. In pochi attimi il ladro è riuscito a darsi alla fuga dopo aver sfondato un’altra vetrata situata nel seminterrato, lo stesso piano dove si erano rifugiate le bariste che, fortunatamente, non hanno incrociato il fuggitivo armato. Una volta recuperata tutta la refurtiva, poi restituita alla legittima proprietaria, i carabinieri hanno portato l'arrestato nelle camere di sicurezza della Compagnia di Thiene dove ha trascorso la notte. Alle 13.30 di ieri Morosan è comparso davanti al Tribunale di Vicenza per il rito direttissimo. Il giudice lo ha condannato a 2 anni e 3 mesi di reclusione e 800 euro di multa, con pena sospesa, per il reato di furto aggravato. Nel mentre i militari stanno proseguendo con le indagini per risalire all'identità del secondo ladro e rintracciarlo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA