Gli sciatori in festa rendono omaggio al pluricampione

Giacomo Pierbon con gli organizzatori della serata.  G.M.F.
Giacomo Pierbon con gli organizzatori della serata. G.M.F.
G.M.F. 08.01.2020

“Trasmettere passione, raccontare esperienze perché siano di esempio e di ispirazione”: è lo slogan che ha connotato in positivo la recente “Festa dello sciatore” al palacongressi, che lo Sci club Tonezza ha proposto con tutta una serie di intrattenimenti per soci, bambini, giovani e adulti. Momento forte della serata, cui ha assistito un folto pubblico, è stato l’intervento del pluricampione scledense Giacomo Pierbon, non udente dalla nascita, ma capace, con la pratica dello sport, di accettare e superare la sua disabilità, sviluppando doti che gli hanno permesso di vincere, nelle paralimpiadi per sordi, 3 medaglie d’oro e 2 d’argento nel 2015 in Russia, mentre nello scorso dicembre, a Santa Caterina Valfurna, è stato consacrato uomo dei record, vincendo 5 ori in altrettante discipline dello sci alpino. L’intervista si è trasformata ben presto in una lunga chiacchierata, appassionata e coinvolgente, il cui il campione ha spiegato ciò che sta sotto al successo sportivo: frutto di sacrifici, di sofferenze, di cadute, di voglia di rialzarsi e di ricominciare, di migliorarsi, di impegno e di forza di volontà. • © RIPRODUZIONE RISERVATA