Vende sale grosso
al posto dei cellulari
Scatta la denuncia

Una pattuglia della polizia locale
Una pattuglia della polizia locale
Antonella Fadda21.07.2020

Un pacco di sale al posto di due cellulari, per i quali era già stato pattuito il pagamento in parte effettuato. Nei guai è finito un 48enne, C.A. (fornite solo le iniziali), residente a Napoli, che si era accordato con due cittadini di origine nigeriana per vendere due telefonini.

 

Ieri mattina ha tentato la truffa nei confronti di due extracomunitari ad Alte Ceccato. L'uomo si era accordato con I.N. di 28 anni, regolare e residente a Montecchio, per vendere un Iphone e un cellulare con sistema operativo Android in cambio di 500 euro in contanti. Quando si sono incontrati il cittadino straniero ha affermato di avere solo metà della cifra e così C.A. ha accettato la somma disponibile consegnatagli dal 28enne. In cambio ha ricevuto un borsello di colore azzurro; subito dopo lo scambio il 48enne si è allontanato. Ed è stato allora che I.N. si è accorto che il pacco non conteneva i due telefoni cellulari come pattuito bensì solo sale grosso. A quel punto la vittima, insieme al fratello I.C. di 24 anni anche lui residente in città, ha inseguito il truffatore che si trovava in viale Trieste, vicino alla rotatoria del cavallo. In contemporanea i due hanno allertato le forze dell'ordine, segnalando l'accaduto.

 

Sul posto sono arrivate due pattuglie della polizia locale "Dei Castelli" e una pattuglia dei carabinieri della radiomobile di Valdagno. Gli agenti hanno ascoltato la versione dei due fratelli e, dopo aver fermato anche il 48enne, hanno denunciato il partenopeo all'autorità giudiziaria per truffa.