Sacchetti di oppio
nell'armadio
Arrestati in due

I sacchetti di papavero da oppio sequestrati dai carabinieri
I sacchetti di papavero da oppio sequestrati dai carabinieri
22.05.2020

Teneva nascosti nell'armadio della camera da letto, in un'abitazione di Arzignano, due chili di capsule di papavero in sacchetti. La perquisizione domiciliare, avvenuta in seguito al controllo di un operaio indiano di una conceria, ha permesso ai carabinieri della tenenza di Montecchio Maggiore di arrestare due spacciatori e di sequestrare in totale tre chili di Papaver Somniferum; dei quali circa 100 grammi trovati nello zaino dell'operaio residente nella città castellana e altri 800 grammi nella sua casa.

A finire in manette sono stati due operai: Prabhjot Singh, indiano 32enne, domiciliato a Montecchio Maggiore e Dalbir Singh, indiano 44enne, residente ad Arzignano.

 

I FATTI. Alle prime luci dell’alba, di mercoledì scorso, i militari di Montecchio Maggiore hanno seguito e bloccato un cittadino indiano, impiegato in una conceria di Arzignano, sospettato di trafficare, da tempo, in sostanze stupefacenti. L’extracomunitario era diventato punto di riferimento all’interno della comunità indiana, per l’approvvigionamento di papavero da oppio.

L’uomo era solito viaggiare in sella ad una bicicletta, e al momento del fermo aveva con sé due zaini, uno con il pranzo ed alcune capsule di papavero, per il proprio uso personale, mentre nel secondo zaino custodiva una busta sigillata nera dal peso di oltre 100 grammi, della stessa sostanza stupefacente, destinata alla vendita. La successiva perquisizione nella sua residenza, permetteva di sequestrare altri 4 sacchetti con circa 800 grammi di capsule di papavero. E di individuare il nominativo del possibile fornitore, della stessa nazionalità, ma residente ad Arzignano.

Gli uomini della tenenza, individuata l’abitazione del secondo operaio, residente nella Città del Grifo, procedevano ad un'altra perquisizione domiciliare dove, all'interno di un armadio rinvenivano altre 17 confezioni ancora sigillate da 100 grammi l’una di papavero da oppio.