Il sindaco affida deleghe all’intera maggioranza

Sindaco, giunta e Consiglio alla prima riunione.   FOTO TROGU
Sindaco, giunta e Consiglio alla prima riunione. FOTO TROGU
Antonella Fadda 16.06.2019

Quattro assessori e sei consiglieri delegati per Sovizzo. Squadra di governo allargata per il neo sindaco Paolo Garbin che ha ufficializzato la sua giunta l’altra sera in Consiglio comunale. Alcune conferme e molte novità con il 50% di assessori in quota rosa e due esterni. Per quanto riguarda i referati il primo cittadino ha tenuto per sé il bilancio e le politiche socio-sanitarie mentre ha affidato a Paolo Centofante, che ricopre anche il ruolo di vice, gli assessorati di edilizia privata, lavori pubblici e personale. Cinzia Mosele si occuperà di famiglia e pari opportunità mentre Sira Miola ha ricevuto le deleghe per sociale, istruzione e sviluppo turistico. Sicurezza, protezione civile, ambiente e manutenzioni saranno appannaggio, invece, di Fabio Ghiotto. Ad affiancare la giunta ci saranno anche i sei consiglieri di maggioranza, ognuno con una delega precisa: l’ex sindaco Marilisa Munari si occuperà di cultura e attuazione del programma, Denise Pastorello commercio e attività produttive, Paolo Frigo sport e associazioni, Saverio Sebastiani rapporti con le aziende partecipate e parte legale e contenzioso. Le politiche giovanili vanno ad Andrea Scacco mentre innovazione tecnologica, qualità e comunicazione ad Andrea Cenzi. «La priorità per i prossimi mesi riguarderà la risoluzione dei problemi sulla viabilità e sulla piazza – afferma il primo cittadino -. Per quanto riguarda lo slargo riprenderemo le fila del discorso con i privati per il cosiddetto rudere, la parrocchia e il resto». Massima attenzione anche per quanto riguarda la sicurezza. « Alzeremo il livello di guardia con polizia locale e carabinieri – prosegue -. Hogià in programma un incontro con i miei colleghi di Altavilla, Carlo Dalla Pozza, e Creazzo, Carmela Maresca, e le forze dell’ordine per fare il punto della situazione e far partire il controllo di vicinato, come è previsto nel nostro programma elettorale. Sicuramente non tollereremo raid di vandali nel nostro paese». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >