Addio a Gianluigi
sconfitto dal male
a soli diciott'anni

Gianluigi quando giocava da centrocampista; lunedì la visita di Mimmo Di Carlo
Gianluigi quando giocava da centrocampista; lunedì la visita di Mimmo Di Carlo
G.AR.10.07.2019

MONTICELLO CONTE OTTO. Diciott’anni per sempre. Non è riuscito a spegnere le candeline per il suo diciannovesimo compleanno, il prossimo 20 agosto, Gianluigi Petti. Se n’è andato silenziosamente ieri alle 15.30, sconfitto da un virus ai polmoni che nelle ultime settimane aveva aggravato un quadro clinico già compromesso dal ritorno della leucemia. Il giovane centrocampista della Junior Monticello se n’è andato il giorno dopo aver ricevuto la visita, al San Bortolo, del tecnico del Lanerossi Vicenza Mimmo Di Carlo.

 

«Il mio amato Gianluigi è diventato un angelo», le poche parole di mamma Silvia Maddalena per comunicare quella notizia che nessuno avrebbe mai immaginato di ricevere. Soprattutto non dopo il trapianto di midollo osseo arrivato lo scorso novembre grazie alla generosità di un donatore israeliano. Ma a maggio, sei mesi dopo il trapianto, il male si era ripresentato.

 

«Siamo tutti senza parole, è una tragedia che colpisce l’intera comunità - si fa portavoce di amici e conoscenti Arianna Golin - eravamo davvero convinti che dopo l’intervento di novembre le cose sarebbero andate meglio». 

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >