Tenta suicidio dopo
lite con la moglie: lo
salvano i carabinieri

Il ponte di Roana. ARCHIVIO
Il ponte di Roana. ARCHIVIO
21.05.2020

Litiga con la moglie, minaccia di farla finita e viene salvato dai carabinieri e dalla polizia locale. L'impegno congiunto fra Valdagno, Thiene e Roana ha impedito che un impiegato di 47 anni di Sovizzo si gettasse dal ponte.

Dopo la violenta lite in famiglia, l'uomo è uscito dalla casa di Sovizzo affermando di volersi suicidare. La consorte, a quel punto, ha immediatamente allertato la centrale operativa della compagnia di Valdagno e i militari dell'Arma si sono messi in contatto con il sovizzese. Grazie alle continue telefonate dei carabinieri il cellulare è stato localizzato, rivelando che l'uomo si stava dirigendo verso Roana, e in particolare al famigerato viadotto.

In contemporanea, però, i carabinieri hanno avvisato i colleghi della compagnia di Thiene e il comando della polizia locale di Roana. Le pattuglie sono arrivate mentre l'uomo stava giungendo sul luogo, pronto a buttarsi dal ponte già teatro di innumerevoli tragedie e mettere così fine alla sua vita. È stato quindi fermato in tempo e accompagnato in ospedale per ricevere assistenza. 

 

Per tutti coloro che sono in difficoltà o che per qualsiasi motivo arrivano a pensare al suicidio, esistono riferimenti e servizi a cui rivolgersi. Per sentirsi meno soli, per trovare supporto psicologico, per imparare a superare le difficoltà.

Telefono Amico 199.284.284

Telefono Azzurro 19696

Progetto InOltre 800.334.343

I servizi possono essere contattati anche da amici o familiari di chi sta vivendo momenti difficili, per ottenere consigli e indicazioni su come comportarsi.