Cippo della fratellanza Festa per tre Comuni

Autorità e pubblico intervenuti alla cerimonia del cippo
Autorità e pubblico intervenuti alla cerimonia del cippo
Elena Rancan 13.05.2019

Oltre trecento i cittadini di Tezze, Rosà e Cartigliano, ma anche di altri Comuni, che si sono riuniti per celebrare il dodicesimo anniversario della posa del "Cippo della fratellanza", dedicato alla Madonna di Lourdes, nell'azienda agricola Tellatin. Al confine tra i tre Comuni c'era una vecchia pietra, punto d'incontro dei paesi, nonché luogo di ritrovo di un gruppo di amici. Con la benedizione del 2008, proprio l’8 maggio, in occasione dell'adunata degli alpini a Bassano, fu dedicata alla Madonna di Lourdes. Da undici anni, così, il comitato "La compagnia del capitello" organizza l'evento assieme alle Amministrazioni non solo dei tre paesi confinanti fra loro ma, in questa occasione, anche di Bassano, Cittadella e Marostica. Presenti, per la Regione, l’assessore Manuela Lanzarin e il consigliere Nicola Finco. La cerimonia è iniziata con la messa animata dal coro di S. Anna di Rosà e seguita da amministratori e politici insieme a forze dell'ordine, associazione Unitalsi, associazioni combattentistiche e d'arma. Venticinque i labari schierati e i gonfaloni comunali. Al microfono, il benvenuto del sindaco di Rosà Paolo Bordignon che ha sottolineato quanto le relazioni siano fondamento della vita comune. «Ci troviamo in questo bel luogo così semplice – è intervenuto – che ci fa capire l’importanza della convivialità e del rispetto nella famiglia». Roberto Tellatin, salutando e ringraziando, ha ricordato i valori legati alla vita e alla soolidarietà che animano l’evento. La serata si è conclusa con una cena aperta a tutti i convenuti. •

1 2 3 4 5 6 >