Il fuoco distrusse
un residence: colpa
della canna fumaria

Lo spaventoso incendio divampato nel 2013 in via Galilei ad Asiago
Lo spaventoso incendio divampato nel 2013 in via Galilei ad Asiago
Diego Neri 13.01.2020

Una coppia, proprietaria di un appartamento in un residence di Asiago, è finita a processo per rispondere di incendio colposo. Non avrebbe fatto la pulizia della canna fumaria, dalla quale sarebbe partito, nel novembre di qualche anno fa, un pauroso rogo che devastò il condominio e che causò danni per 1,5 milioni di euro, poi coperti dall’assicurazione. I due imputati però si difendono dalle accuse e il giudice ha accolto la loro richiesta di nominare un perito che individui nel dettaglio le cause del rogo. «Non è stata la nostra canna fumaria», sostengono.