Nuovo campo per arcieri Fuga di atleti scongiurata

Uno scorcio del cantiere per il nuovo campo arcieri in via dell’Altura.  G.Z.L’area dell’ex tiro a segno transennata a causa di alcuni crolli.  ARCHIVIO
Uno scorcio del cantiere per il nuovo campo arcieri in via dell’Altura. G.Z.L’area dell’ex tiro a segno transennata a causa di alcuni crolli. ARCHIVIO
Giorgio Zordan 31.07.2019

I lavori sono iniziati e, meteo permettendo, entro metà settembre saranno conclusi. Sta prendendo forma il nuovo campo per il tiro con l'arco in fase di realizzazione in via dell'Altura per la felicità dei componenti della Società arcieri di Arzignano che dalla scorsa estate è priva di un campo di allenamento all'aperto che ne ha dimezzato l'attività. Il progetto rientrava nel piano delle opere pubbliche inserite nel bilancio 2018 con un impegno di spesa di circa 55 mila euro. «Dopo aver trovato finalmente una giusta collocazione - ha dichiarato il sindaco Alessia Bevilacqua - siamo soddisfatti per la partenza dei lavori e anche per il fatto che a breve verrà consegnata una struttura nuova e attrezzata. È una risposta concreta a quanti praticano questa importante disciplina sportiva». Fino alla scorsa stagione, il campo di tiro era situato nella vecchia struttura di via Tiro a Segno. Ma la constatazione dello stato di pericolosità degli edifici in ingresso all’area, in particolare dopo il crollo delle barchesse, aveva indotto l’amministrazione a vietare l’ingresso togliendo la possibilità agli atleti, una quarantina quelli tesserati per la Arcieri Arzignano tra i quali anche elementi di spicco convocati in nazionale, di accedere all'impianto. Nei mesi scorsi gli appassionati di tiro con l'arco avevano dovuto accontentarsi di allenarsi in una palestra comunale, non idonea però per prepararsi a competizioni nazionali all'aperto dalle quali sono quindi stati forzatamente esclusi. Da qui il rischio di perdere gli atleti migliori. Lo scorso marzo però è stata individuata una location idonea in via dell'Altura con le caratteristiche richieste dalla Fitarco, la Federazione italiana di tiro con l'arco. Il sito individuato confina a nord con il cimitero di Arzignano, a sud con un’area di proprietà di “Acque del Chiampo” destinata a discarica. L’accesso, ad est, avviene da via dell’Altura attraversando un’area attrezzata per i caravan dei proprietari degli spettacoli viaggianti, che viene utilizzata ogni anno da fine ottobre a metà di novembre. Ad ovest confina con campi agricoli di proprietà privata. «Il nuovo campo di tiro - ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici, Riccardo Masiero - è lungo 90 metri, con la possibilità di far tirare contemporaneamente dieci arcieri, con uno spazio retrostante alla linea di tiro idoneo ad accettare un pubblico durante le gare. Il senso di tiro è da sud a nord, come indicato dalle norme della Fitarco. Il campo sarà delimitato da una recinzione classica in rete metallica plastificata dell’altezza di 2 metri, mentre sul lato a nord e per una piccola porzione ad est sarà integrata con una rete di 3,2 metri per trattenere le frecce che non colpiranno il bersaglio». Tra la recinzione nord e il muro perimetrale sud del cimitero «resta uno spazio - ha concluso l’assessore Masiero - di circa 15 metri dove verrà posizionato un container dotato di tre vani distinti, destinato a servizi igienici e magazzino. La conclusione è prevista per metà settembre». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >