«Il Veneto avrà
l'autonomia ma
va scritta bene»

20.05.2019

GAMBELLARA. «Si deve fare, ma bisogna scriverla bene. Se c'è fretta elettorale, possiamo aspettare una settimana e scriverla meglio». Così il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, a margine di un evento a Gambellara, a chi gli chiedeva se fosse d'accordo con la bozza che prevede l'autonomia differenziata per alcune Regioni italiane. «Se vogliamo scrivere l'autonomia per bene, prendiamoci qualche altro giorno», ma il testo «così com'è scritto non aiuta né le Regioni
interessate, né le altre».
 

«Se ci sono dentro le norme sui rimpatri io sono d'accordo, se ci sono i soldi e le norme per avviare gli accordi, ed avviare i rimpatri. Se, invece, deve essere una trovata elettorale senza sostanza, e oggi la sostanza sono i rimpatri, allora si stanno prendendo in giro gli italiani».  H risposto Luigi Di Maio a chi gli chiedeva se fosse d'accordo con il cosiddetto decreto sicurezza bis, messo a punto dal collega di governo Matteo Salvini, che nelle prossime ore arriverà sul tavolo del
consiglio dei ministri.

 

«I decreti attuativi sono stati firmati, adesso vanno erogati gli indennizzi. Io ricordo a tutti che oltre il 90% di chi è stato truffato dalle banche non dovrà fare nessun arbitrato, nessun contenzioso, nessun processo, sarà indennizzato e basta». Il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, ha spiegato a chi gli chiedeva i tempi per l'erogazione dei rimborsi ai cosiddetti risparmiatori truffati dalle banche. 

All’evento di questa mattina, a quanto si apprende, era presente anche Luigi Ugone, rappresentante dei risparmiatori truffati, venuto a salutare il vicepremier Luigi Di Maio. «Massima collaborazione a lavorare insieme», avrebbe detto Di Maio ad Ugone, a capo di una delle associazioni di risparmiatori più critiche in merito alle misure varate dal governo sui rimborsi.

 

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >