Infortunio sul lavoro Il titolare scende a patti

15.05.2019

Lino Panarotto, 62 anni, residente a Chiampo, ha patteggiato nei giorni scorsi davanti al giudice Amedoro 40 giorni di reclusione. L’imputato, difeso dall’avv. Claudio Solinas, ha goduto della sospensione condizionale della pena; dovrà risarcire con 700 euro le spese di costituzione della parte civile Fatima E., 37 anni, di Villabella, nel Veronese (tutelata dall’avv. Giuseppe Frigotto). Panarotto doveva rispondere di lesioni colpose gravi, in qualità di legale rappresentante della ditta “Pluspell srl” e di datore di lavoro di Fatima, in seguito ad un infortunio sul lavoro avvenuto a Chiampo il 28 aprile di due anni fa, a causa del quale la dipendente era rimasta seriamente ferita ed era guarita dopo oltre 5 mesi. Secondo quanto contestato dalla procura, sulla scorta della relazione dello Spisal, era in corso lo spostamento di una macchina misuratrice di pelli, che era sostenuta anche da Fatima; manovrando un muletto la macchina si era spostata schiacciando le mani dell’operaia contro un altro attrezzo, causandole una frattura. Panarotto era accusato di aver violato le misure di sicurezza. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >