Commessi 2019

Sorrisi a colazione
«Coccole ai clienti
con i piccoli gesti»

Veronica Cortese e Richard di "Skizzo Divino". FOTO MARANGON
Veronica Cortese e Richard di "Skizzo Divino". FOTO MARANGON
Sara Marangon23.11.2019

Se nel GdV di ieri è stato pubblicato lo speciale coupon da 50 punti, chissà cosa succederà a livello di graduatorie da qui alla fine della sfida "I commessi dell'anno" prevista per dicembre. Inoltre, a mettere ulteriore pepe, ci ha pensato la novità introdotta qualche settimana fa dal nostro giornale: un bonus di 200 punti con cui vengono omaggiati la commessa e il commesso che, nell'arco della settimana, ricevono più preferenze in termini di numero di schede (non conta quindi il valore dei tagliandi, ma la quantità di coupon fatti arrivare in redazione a mano o via posta entro giovedì). Anche domani, dunque, andremo a svelare i nomi dei primi due fortunati commessi, che avranno ricevuto più voti. Per ragioni di spazio le classifiche sul giornale di domani non saranno pubblicata integralmente; mancheranno le parti finali, con i punteggi più bassi. L'intera graduatoria rimane però disponibile sul sito del Giornale di Vicenza.

 

E ha fatto capolino proprio da qualche settimana il nome di Veronica Cortese, barista del locale "Skizzo Divino" nel cuore di Camisano Vicentino. E se il bar rimane aperto dalle colazioni fino al dopo cena, Veronica Cortese si occupa di servire i clienti nella prima parte della giornata. «Di solito faccio le colazioni, gli aperitivi di metà mattina e i pranzi - racconta -. In passato ho avuto un bar a Vigardolo, ma da dipendente ho molto più tempo libero da dedicare alla famiglia. Vedere il mio nome in classifica è stata una bella sorpresa: ho scoperto solo in un secondo momento quali clienti mi avevano votata. È stata una grande soddisfazione non solo per me, ma anche per l'intero staff e per il titolare Cristian. Credo che la nomination vada suddivisi con i miei colleghi perché tutti dietro al banco diamo il cento per cento». Amante della cucina, Veronica Cortese prosegue: «La mia dote principale è la pazienza, ma sono 25 anni che faccio questo lavoro per cui ho capito come vanno prese le persone. La mattina, ad esempio, la gente appare spesso stressata e con i minuti contati; cerco quindi di ricordarmi tutte le varianti di caffè che mi vengono chieste e di esprimere la passione per il mio lavoro. Come? Ad esempio creando un cuoricino o un fiorellino con il cacao sulla schiuma del cappuccino. È un modo come un altro per strappare un sorriso e coccolare il cliente». Il locale "Skizzo Divino" si era posizionato all'ottavo posto nella sfida dedicata al "Miglior bar dell'anno" di qualche anno fa.