Commessi 2019

Ilaria punta al bis dopo la
“top ten” dell’edizione 2017

Ilaria Novello ha partecipato anche all’edizione di due anni fa. S.M.
Ilaria Novello ha partecipato anche all’edizione di due anni fa. S.M.
Sara Marangon 20.11.2019

Dopo aver chiuso nella top ten l’edizione 2017 de “I commessi dell’anno”, Ilaria Novello aveva deciso di non partecipare per lasciare spazio ad altri addetti alle vendite di Vicenza e provincia. Invece i clienti affezionati e gli amici hanno pensato di votarla ugualmente, così il suo nome è finito anche nell’edizione targata 2019. La giovane lavora da 5 anni al punto vendita “Orora” del centro commerciale Palladio. «Prima ero in forza da Chimento, sempre nell’ambito gioielli, poi sono stata per due anni da Sephora al centro acquisti Le Piramidi - racconta Ilaria Novello -. Ho sempre amato i trucchi e i profumi, per questo all’epoca mia sorella mi aveva segnalato che da Sephora cercavano una commessa. Non avevo mai fatto corsi specifici sul make up e sulle fragranze, ma seguendo le colleghe più esperte e informandomi privatamente sono riuscita a svolgere al meglio la mia mansione. Una volta arrivata da “Orora” ho rispolverato le conoscenze che avevo appreso nell’ambito dell’oreficeria e mi sono ambientata. Ad oggi la vendita dei bracciali e dei charm è quella che preferisco: si tratta di una vendita emozionale legata a un racconto e a quello che suscita nei ricordi della cliente. È un marchio adatto a tutte le età, non troppo impegnativo a livello di costo e che si sposa bene anche per una coccola personale. Molte ragazze, infatti, si gratificano acquistando un nuovo charm da aggiungere al bracciale. Trovo affascinante il mondo degli orologi, ma poi diciamolo: anche vendere un bel diamante non è male. Purtroppo succede sempre più raramente». Nel tempo libero Ilaria Novello gioca a tennis, va a correre o a camminare. «Amo l’arte e spesso visito mostre ed eventi, anche da sola - chiude -. Adoro viaggiare, a marzo 2020 andrò a Mosca e a San Pietroburgo. Chi mi ha votata? Credo i clienti e gli amici. Ho scoperto il mio nome direttamente dalla classifica. Due anni fa ci siamo davvero impegnati per questa sfida, questa volta siamo partiti più a rilento, ma ho dei cari amici che una volta alla settimana passano in negozio con il pacchettino di schede. I titolari sono felici di vedermi in graduatoria, da parte mia credo sia un bel modo per dare voce anche a chi svolge con amore ed impegno questa professione. Non sempre è semplice mantenere il sorriso e la pazienza, ma noi ci proviamo nonostante tutto». La gara è rivolta a tutti: anche a chi, come Ilaria Novello, ha già partecipato alla precedente edizione. • © RIPRODUZIONE RISERVATA