Commessi 2019

Dal pane ai dolci Lara
conquista mettendo il cuore

Lara Dal Lago impiegata da 3 anni e mezzo da “Gasparini” a Schio.  S.M.
Lara Dal Lago impiegata da 3 anni e mezzo da “Gasparini” a Schio. S.M.
Sara Marangon 21.11.2019

In attesa della ghiotta scheda da 50 punti, in edicola con il giornale di domani, conosciamo una tra le commesse più votate di Vicenza e provincia. Si tratta di Lara Dal Lago, in forza al “Panificio Gasparini” di Schio. La beniamina dei lettori del nostro giornale ha finora totalizzato quasi 7 mila punti e sosta nella parte medio alta della classifica femminile. «Lavoro in panetteria da tre anni e mezzo, prima avevo fatto altri lavoretti sporadici e più brevi una volta terminati gli studi all’alberghiero - racconta Dal Lago - Come indirizzo avevo scelto accoglienza turistica così, trovandomi a contatto giornalmente con la clientela, sono stata costretta a sconfiggere la mia timidezza. Questo mi è servito per il futuro e in modo particolare per questa occupazione al “Panificio Gasparini” poiché qui sono sempre a contatto con persone di tutte le età». Nell’ultimo anno il negozio di Schio si è specializzato nel pane con farine integrali e la farina Petra. «Queste tipologie di pane risultano più leggere e digeribili, quindi sono adatte a tutti - racconta Lara -. Inoltre abbiamo una vasta scelta tra pizze, focacce, grissini, pastine, brioche e biscotti. E tra poco saranno disponibili i panettoni natalizi. Noi li confezioniamo senza conservanti e con diverse varianti: scorze d’arancia e cioccolato, tradizionale con sola uvetta e frutti di bosco. Infine abbiamo il pandoro Nadalin realizzato secondo la ricetta tradizionale veronese». Il Nadalin è un dolce tipico natalizio di Verona; fu inventato nel Duecento per festeggiare il primo Natale sotto la signoria della famiglia della Scala. È l’antenato del più celebre pandoro, che invece fu inventato nell’Ottocento. «Nel tempo libero amo stare con i bambini - chiude la giovane - Vado a trovare i miei nipotini o i bambini a cui anni fa ho fatto da baby sitter. Due volte la settimana faccio Jazzercise e adoro cucinare, in particolar modo i dolci. Il mio cavallo di battaglia è la cheesecake, mentre per il resto non me la cavo male con i risotti». Un ultimo commento Dal Lago lo dedica a chi l’ha votata per la sfida “I commessi dell’anno”: «Sinceramente è stata una sorpresa. Non me l’aspettavo ho scoperto che c’era il mio nome in classifica circa un mese fa. Credo siano stati i clienti, anche se finora nessuno mi ha portato le schede direttamente in negozio. So per certo di un cliente e della sua compagna che li spediscono di settimana in settimana alla redazione. Io ci metto il cuore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA