Strage di Jesolo
Minacciato e pestato
per la foto oltraggio

La foto comparsa sui social
La foto comparsa sui social
21.07.2019

«Non ho più una vita, ho mandato via la moglie e i figli per paura per la loro incolumità. E fra poco chiuderò il bar e me ne andrò anch'io».

A raccontarlo al Gazzettino è il 33 enne minacciato e picchiato dopo aver postato su Facebook una foto nella quale posava - sorridente - davanti all'epigrafe di uno dei quattro ragazzi morti nel tragico incidente di Jesolo di una settimana fa

Il post, racconta, l'aveva pubblicato un amico e la foto stava a significare che era «stanco morto». Peccato che alle spalle fra le due epigrafi ci fosse quella di Giovanni Mattiuzzo, una delle vittime della strage. Post cancellato e seguito da scuse, ma non è bastato.

Dopo gli insulti e le minacce sui social, l'uomo è stato aggredito e pestato da alcuni sconosciuti di notte. «Ora me ne vado via», annuncia l'uomo, mentre sono in corso indagini sull'aggressione.

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >