«Happy Hour?», lo spot choc
della Regione girato a Vicenza

Nicola Gobbo24.05.2020

«Basta poco e tutto tornerà a fermarsi». Le immagini sono quelle di piazza delle Erbe, a Vicenza, di nuovo piena di giovani che si scambiano abbracci, strette di mano, bottiglie di birra. Le mascherine abbassate, il distanziamento non rispettato e il rito dell'aperitivo ripristinato come se nulla fosse successo.

 

Annunciato dal governatore Luca Zaia dopo aver visto le foto e i filmati di assembramenti durante gli aperitivi nelle piazze, Vicenza compresa, è arrivato lo spot choc della Regione girato in parte proprio nella città del Palladio

 

Meno di un minuto di filmato, dove in un attimo si passa dalle piazze al reparto di terapia intensiva di un ospedale. La musica della movida lascia spazio al bip lento e costante dei macchinari e agli stantuffi dei respiratori. E poi una voce fuori campo che ricorda: «Il Covid-19 si combatte in ospedale, ma soprattutto fuori». Infine quell'interrogativo, "Happy Hour?", mentre sullo sfondo un uomo intubato sta lottando tra la vita e la morte.

 

Cinquanta secondi destinati a far discutere ma, soprattutto, ci si augura, a far riflettere.

 

 

 

CORRELATI