Case di riposo
Oltre 550 positivi
e trenta morti

La situazione nella case di riposo del Veneto desta preoccupazione
La situazione nella case di riposo del Veneto desta preoccupazione
26.03.2020

Nelle case di riposo il Covid-19 fa ancora più paura e miete vittime. A ieri sera gli ospiti positivi in Veneto risultano 336 e i dipendenti 221. Non solo. Sono 30 gli anziani che sono deceduti dall’inizio dell’emergenza, cioè dal 21 febbraio scorso. In quei giorni era subito scattato un primo cordone sanitario: erano stati limitati se non del tutto vietati gli accessi per tentare di proteggere i soli che si credevano esposti al virus, cioè gli anziani. Ma i risultati sono serviti a poco. 

«Sono confermati diversi focolai - dice l'assessore regionale alla sanità, Manuela Lanzarin - nel Padovano, a Treviso, nel Vicentino. Ci sono casi anche nel Veronese e a Belluno. Il virus è entrato nelle strutture e si è cercato di gestirlo all’interno».

CORRELATI