Poker al Padova
E il Vicenza può
brindare in Coppa

La gioia di Bianchi dopo il gol. FOTO TROGU
La gioia di Bianchi dopo il gol. FOTO TROGU
Federico Ballardin06.11.2019

PADOVA (3-4-1-2): Galli; Andelkovic, Capelli, Lovato (11'st Kresic); Sylla, Serena (25'st Buglio), Castiglia, Daffara; Gabionetta (11'st Mokulu); Pesenti (25' s.t. Piovanello), Bunino (1' st Germano). All. Sullo

A disposizione: Minelli, Cherif, Mandorlini, Santini, Pelagatti, Rondanin, Baraye.

 

VICENZA (4-4-2): Albertazzi; Bianchi, Pasini, Bizzotto, Liviero; Zarpellon (31' Bonetto), Zonta, Emmanuello, Giacomelli, Arma, Saraniti (31' Tronco). All. Di Carlo. 

A disposizione: Pizzignacco, Grandi, Cinelli, Bruscagin, Guerra, Marotta, Cappelletti, Barlocco, Vandeputte.

 

ARBITRO: Colombo di Como (Garzelli e Nuzzi)

 

RETI: 16' pt Arma (V), 32' pt Bianchi (V), 41' pt Liviero (V); 1' st Germano (P), 14' st Zarpellon (V)

 

 

SECONDO TEMPO

 

Grande prova di carattere del Vicenza che vendica la sconfitta di domenica al Menti. Nonostante Di Carlo abbia utilizzato quasi tutti i giocatori con meno minutaggio di questa stagione il gioco non ne ha risentito. La squadra ha giocato senza timori reverenziali imponendosi nettamente. Un buon viatico in vista del nuovo scontro diretto sul difficilissimo campo di Trieste domenica alle 15.

 

47' Finisce la partita senza ulteriori sussulti

 

30' scavetto da fuori area che trova libero Mokulu davanti ad Albertazzi che respinge con i piedi la violenta conclusione

 

22' cross da destra, Castiglia in allungo anticipa Bizzotto e la palla termina alta di poco

 

14' GOL VICENZA ZARPELLON! 1-4 Su corner di Giacomelli sul primo palo palla servita dietro da Bizzotto a Zarpellon che da pochi passi mette in rete.10' Andelkovic su corner anticipa l'uscita di Albertazzi ma manca la porta

 

Comunicato il numero spettatori paganti: 1544 per un incasso di 12.188 euro

 

1' GOL PADOVA Germano 1-3 Ricomincia il match e il neo entrato Germano segna subito con una conclusione dal limite che batte Albertazzi sul palo alla sua sinistra

 

PRIMO TEMPO

 

Finisce il primo tempo. Il Vicenza va al riposo con un robusto vantaggio di tre reti. Il modulo molto offensivo di Di Carlo dà i suoi frutti. La chiave del match sono le palle rubate sulla trequarti patavina durante la costruzione del gioco dei centrocampisti biancoscudati.

 

44' sugli sviluppi di un calcio piazzato la palla respinta dalla difesa vicentina perviene a Castiglia che da fuori lascia partire un bolide che si spegne di poco alla destra di Albertazzi

 

41' GOL VICENZA LIVIERO! 0-3 Punizione da 30 metri di Liviero, il suo sinistro tagliato sorprende Galli sul suo palo per il 3-0 biancorosso

 

32' GOL VICENZA BIANCHI! 0-2 Il difensore biancorosso riceve sulla trequarti patavina, avanza palla al piede snobbato dai centrocampisti avversari. Giunto sui 30 metri lascia partire un bolide che tocca il palo alla destra di Galli e si infila in rete

 

23' Giacomelli ruba palla sulla tre quarti, sombrero al marcatore e tiro di sinistro sul quale Galli si rifugia in corner con i pugni. Dalla bandierina mischia sulla linea padovana senza che nessuno riesca a spedire la palla in rete

 

19' Giacomelli ruba palla a centrocampo e serve Saraniti che perde un po' il tempo della conclusione dal limite che viene rimpallata dal suo marcatore

 

16' GOL VICENZA ARMA! 0-1 Cross di Giacomelli dalla sinistra che pesca Arma tutto solo al centro dell'area, colpo di testa a incrociare e vantaggio biancorosso

 

Inizio senza grossi sussulti, se non una mischia sugli sviluppi di un corner, il primo in favore del Vicenza, senza che gli avanti vicentini riescano a trovare la conclusione a rete

 

1' Partiti. Vicenza in maglia, pantaloncini e calzettoni neri.

 

PADOVA. A tre giorni dalla sfida del Menti, Vicenza e Padova si ritrovano di nuovo contro, questa volta all'Euganeo, per i sedicesimi di finale della Coppa Italia di serie C. Di Carlo sceglie un 4-4-2 molto offensivo con Zarpellon e Giacomelli sugli esterni.

Prima del match il patron del Padova, Joseph Oughourlian, ha tenuto una conferenza stampa in cui ha parlato del futuro del Padova ribadendo le ambizioni di promozione. Tornando sulla dichiarazione di Renzo Rosso che, al termine della sconfitta di domenica, aveva definito i biancoscudati una squadra che gioca più a rugby, ha dichiarato di essere molto contento dell'accostamento in quanto la città del Santo ha grandi tradizioni in questo nobile sport.

1 2 3 4 5 6 >