Giro del Veneto, una festa con il brivido di M. Berico

La tappa “vicentina” del Giro  propone il Gpm di Pozzolo e quello ravvicinato di Santiella-PeraroloUn’immagine di repertorio del Giro del Veneto Élite e Under 23
La tappa “vicentina” del Giro propone il Gpm di Pozzolo e quello ravvicinato di Santiella-PeraroloUn’immagine di repertorio del Giro del Veneto Élite e Under 23
Enzo Casarotto 03.07.2019

Alle 13 di oggi parte da Lendinara l’edizione numero 28 del Giro del Veneto per élite e Under 23, un’idea firmata da Adriano Zambon e dalla sua Organizzazione Eventi Sportivi che ha sede a Bassano. La frazione di oggi dopo 143 km chiude a Montegrotto Terme per un probabile epilogo riservato ai velocisti. Il giorno seguente in terra veronese ospiti delle Terme di Giunone (alle 10) è in programma la seconda tappa che si presta a tentativi di lunga gittata con il GPM di Pian di Castagnè a fare da trampolino per gli eventuali attaccanti. Nelle seconda tappa si arriva a Caldiero intorno alle 13.20 dopo 138 km. di gara. Venerdì si partirà da Montegrotto Terme e si concluderà sulla rampa di Monte Berico e con tutta probabilità la classifica cambierà padrone a beneficio di quel passista scalatore pronto a cogliere l’attimo in un terreno che ad una ventina di km dal santuario Mariano propone il G.P.M. di Pozzolo e quello ravvicinato di Santiella-Perarolo. La tappa berica darà un volto importante alla classifica ma sarà l’Alpe del Nevegal a decidere, con l’ultimo arrivo in salita di una decina di chilometri previsto nell’ultima tappa di sabato che partirà da Belluno e che a metà percorso transiterà tre volte attorno al Lago di Santa Croce. LE FORMAZIONI. Sono venti le squadre presenti (ciascuna con un massimo di sette atleti), per un totale di 138 iscritti provenienti da tutta Italia con tre formazioni d’oltre confine che come sempre saranno protagoniste. L’evento è Patrocinato della Regione Veneto (e conta sulle collaborazioni delle amministrazioni del territorio coinvolto) TAPPE E MAGLIE. Saranno quattro le frazioni con una media di 143 km giornalieri (per un totale di 573 km) che metteranno in palio 6 maglie griffate Um Tools per la “Generale”, De Nardi per la classifica a punti, Clone per i traguardi volanti, Selle Italia per i giovani, Lames per i Gran Premi della Montagna, Cartotecnica per il vincitore di tappa con tre di questi sponsor che hanno origine vicentina. «La tappa vicentina si colloca nel week end dedicato al ciclismo – ha spiegato l'assessore vicentino alle attività sportive Matteo Celebron – ed il 28° Giro del Veneto precederà la Granfondo Liotto di domenica. La nostra Regione deve tornare ad essere la patria del ciclismo per cui ben vengano iniziative che danno spazio ai giovani appassionati delle due ruote». «Lo sport, il ciclismo in questo caso – afferma il sindaco di Vicenza Francesco Rucco - è anche un modo per far conoscere agli sportivi un territorio e al territorio stesso per farsi conoscere e apprezzare: il centro storico rinascimentale e naturalmente Monte Berico». •

1 2 3 4 5 6 >