Cronoretrone al via sul nuovo percorso e sarà una battaglia

Una delle passate edizioni
Una delle passate edizioni
CH. RE. 24.03.2019

Cronoretrone, atto secondo. Oggi la seconda edizione del trail organizzato dalla Dilf- Corriretrone che ha fatto l’esordio, lo scorso anno, nel calendario regionale Fidal. I chilometri da percorrere diventano 25 con un dislivello di 725 metri. Circa 150 gli atleti iscritti, in linea con i numeri della prima edizione, alla manifestazione che si svolge su un percorso suggestivo, scorrevole e panoramico alle porte di Vicenza. Il tracciato attraversa luoghi suggestivi del parco del Retrone e della zona collinare limitrofa, tra monumenti quali la Rotonda, villa Valmarana Ai Nani e il santuario di Monte Berico. La partenza è prevista alle 9.30 dal piazzale antistante la scuola Loschi in via Carta. La Cronoretrone 2019 presenta alcune novità. «La principale riguarda il percorso - spiega il presidente della società organizzatrice Vincenzo Incardona - perché abbiamo apportato delle modifiche all’itinerario di gara. Quest'anno i due momenti non saranno più condivisi con i partecipanti alla marcia non competitiva CorriRetrone, in programma contestualmente alla CronoRetrone di natura agonistica. Tali modifiche hanno comportato l'allungamento di 1 km e la contemporanea riduzione dell'asfalto». Al via della Cronoretrone la vincitore della prova Urban dell’Ultrabericus, la francese Melina Clerc (Tornado) e Federica Menti (AV Bisson Auto) oltre alla presenza confermata di Pizzolato e Zorzanello. Al maschile il favorito è Andrea Mignolli (Vicenza Marathon), sul podio alla prova Urban dell’Ultrabericus. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >