Cestonaro a Napoli va a caccia della finale Serve un triplo super

Chiara Renso 10.07.2019

Ottavia Cestonaro cerca la finale all' Universiade. L'azzurra dei Carabinieri scenderà questa mattina in pedana sulla rinnovata pista del San Paolo di Napoli per affrontare le qualificazioni del triplo alle Olimpiadi universitarie. Il programma dell'atletica leggera ha avuto inizio lunedì e si concluderà questo sabato. Cestonaro, seguita dal padre Sergio e da Barbara Lah, gareggerà alle 9.20 e per garantirsi l'accesso diretto alla finale dovrà saltare 13.90, venti centimetri in più del suo primato stagionale di 13.70 ottenuto a La Chaux-de-Fonds o inserirsi tra le migliori dodici atlete che si sfideranno per le medaglie. La finale è in programma dopo domani alle 18.25. La saltatrice vicentina vanta un primato di 14.05 ottenuto ai Giochi del Mediterraneo 2018 di Tarragona dove è salita sul secondo gradino del podio. Con lei in pedana anche la campionessa italiana indoor Francesca Lanciano (Alteratletica Locorotondo). L'atleta con il miglior accredito è la portoghese Evelise Tavares che si presenta con 14.32. Nella precedente rassegna universitaria di Taipei Cestonaro si era fermata ai piedi del podio mancato per pochi centimetri. Battesimo azzurro per il campione italiano assoluto 2018, Enrico Brazzale (AV Brazzale), che domani sarà impegnato nelle batterie degli 800 alla ricerca di un crono utile per garantirsi il passaggio alle semifinali in calendario dopo domani alle 18.30. In questa prima parte di stagione all'aperto il mezzofondista di Carrè ha corso in 1'48”93 al Meeting Internazionale di Savona. Lo scorso anno Brazzale, allenato dalla campionessa Silvia Dalla Piana, aveva corso in 1'46”93 al Meeting di Padova diventando il miglior vicentino di sempre nel doppio giro di pista. Il miglior crono stagionale tra gli atleti iscritti è quello del polacco Michal Rozmys che ha corso quest'anno in 1'45”32. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 4 5 6 >