Riunificazione e nostalgia dell’unisono con Ninarello

11.12.2019

VICENZA Entrano nella fase conclusiva le residenze artistiche del Teatro Comunale Città di Vicenza, finanziate dalla Regione del Veneto e Mibac (con Fondi FUS) Dopo teatro e circo, è ora la volta della danza: l’artista residente è Daniele Ninarello (coreografo e danzatore bresciano, under 40), in questi giorni al Comunale per proseguire lo studio sul suo nuovo progetto coreografico “Pastorale” ispirato al tema della riunificazione e alla nostalgia dell'unisono, in cui danza e movimenti dei corpi sono spesso orientati dalla composizione sonora. Ninarello nel 2014 è stato selezionato dal Festival di Avignone e dalla Pro Helvetia in un progetto promosso dalla Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo del Ministero dei Beni Attività Culturali. Nello stesso anno ha vinto il premio CollaborAction#2; nel 2016 la sua creazione “Still” ha vinto il Premio Prospettiva Danza e nel novembre dello stesso anno “Kudoku” è stato selezionato per il progetto Aereowaves Twenty17. La restituzione al pubblico dello Studio su Pastorale, è prevista per domani alle 20.45, al Ridotto con il coinvolgimento di 12 danzatori e 6 musicisti reclutati sul territorio attraverso una open call; numerosissime le candidature per partecipare (oltre 130). •