Strage di Jesolo
Il gip convalida
i domiciliari

17.07.2019

JESOLO (Venezia). Il giudice per le indagini preliminari di Venezia, Massimo Vicinanza, ha confermato i domiciliari per il 26enne romeno residente a Musile di Piave accusato di omicidio stradale plurimo e omissione di soccorso in relazione alla morte domenica a Jesolo di quattro ragazzi. In aula l’uomo, assistito dall’avvocato Rodolfo Marigonda, ha ribadito quanto dichiarato in un primo momento al pm Giovanni Gasparini. Si sarebbe accorto solo di un urto dello specchietto retrovisore della sua Golf e non che la Peugeot con a bordo i cinque ragazzi era finita nel canale a Cà Nani. Domani alle 10 nei campi sportivi di Musile di Piave sarà celebrato il rito funebre per le quattro giovani vittime, presente il Presidente del Veneto Luca Zaia.

CORRELATI
1 2 3 4 5 6 >