I volontari preparano "sacchette" per canguri e koala australiani

24.01.2020

Un rifugio per animali a Carcassonne, in Francia, è stato preso d'assalto dai volontari che hanno creato delle piccole sacche in tela da inviare ai koala e ai canguri salvati dagli incendi australiani. Carole Masson, responsabile dell'Australian Park di Carcassonne, ha detto di aver già raccolto più di mille sacche. Verranno spedite nei prossimi giorni. 

 

L’appello dell'associazione con sede in Australia ha fatto il giro del mondo. Servono manufatti  per i piccoli marsupiali salvati dalle fiamme. E in un batter d’occhio, numerosi volontari hanno iniziato dare il loro contributo organizzando spedizioni di sacche per pipistrelli e guanti per koala. Destinazione: Australia.

 

Sono infatti diversi i piccoli marsupiali che hanno bisogno di stare al caldo e di ritrovare un ambiente accogliente come quello offerto dal marsupio materno. I koala hanno bisogno di guanti per poter proteggere le loro zampe ustionate, le volpi volanti necessitano di un'apposita sacca per il loro recupero e poi ci sono molti altri marsupiali come opossum, wombat e ancora una volta i koala, che devono essere accuditi con tutte le cure del caso per poter  tornare un giorno nel loro habitat naturale.

 

«Grazie a tutti coloro che hanno dedicato il loro tempo per aiutarci, siamo incredibilmente grati. Abbiamo avuto una grande risposta e ora abbiamo un sacco di guanti disponibili  i marsupiali ustionati. Così adesso vogliamo rivolgere la nostra attenzione ad altri animali selvatici nativi australiani, come opossum, canguri e wallabies, che sono a rischio. Molti sono orfani a causa degli incendi ed entrano in cura» spiega l’International Fund for Animal Welfare (IFAW) che è stato travolto dalle donazioni

Accantonati quindi i guanti, giunti non solo dall’Australia, ma anche da Europa, Canada e Stati Uniti ora bisogna cucire sacchetti a mo’ di marsupio per aiutare i cuccioli provenienti dalle zone incendiate che non hanno più la mamma. I soccorritori, infatti, devono cambiarli dopo le poppate, il che significa che ogni animale ne utilizza fino a sei al giorno. Naturalmente, i marsupi di cotone possono essere lavati e riutilizzati, ma è importante avere un ampio rifornimento man mano che altri animali feriti verranno portati nei centri di recupero.

 

 

CORRELATI