Capodanno con Fido e Micio senza botti, i consigli antipanico

Vietati i petardi, vademecum per chi ha un pet (Foto Ansa)
Vietati i petardi, vademecum per chi ha un pet (Foto Ansa)
29.12.2019

Si sa che l’ultimo dell’anno si passa insieme agli affetti più cari e per gli italiani tra questi c’è il proprio animale da compagnia. Oltre l’81% sceglie infatti di festeggiare la vigilia di Capodanno in casa con il proprio amico peloso. La motivazione maggiore è la convinzione che Fido e Micio hanno paura dei rumori dei botti. Questo è il dato emerso dall’Osservatorio di Quattrozampeinfiera 2019, la rassegna “pet friendly” che da anni effettua le indagini volte a comprendere le abitudini dei proprietari verso i loro amici pelosi.

La ricerca è stata svolta a Padova, Milano, Roma, Torino e Napoli.

 

Spiegano gli organizzatori di Quattrozampeinfiera: «Quello che per pochi è un divertimento, per i nostri amici pelosi è terrore. Gli animali hanno un udito più sviluppato e i botti scatenano paura e panico inducendo reazioni incontrollate e pericolose. Cani e gatti fuggono, perdono l'orientamento e si smarriscono. Ultimamente moltissimi comuni hanno vietato di far esplodere fuochi pirotecnici o petardi».

 

La presidentessa della Lega nazionale del Cane, Piera Rosati definisce questa dei comuni «una scelta di civiltà. Un divieto sicuramente difficile da far rispettare ma che comunque può essere un deterrente e soprattutto un segnale per educare la cittadinanza a evitare comportamenti pericolosi, festeggiando in maniera più rispettosa del benessere e della vita di tutti». 

 

Ci sono alcuni accorgimenti e alcune precauzioni che i proprietari di animali domestici dovrebbero prendere affinché la notte di San Silvestro, anziché una festa, non diventi un evento angosciante per i loro amici e compagni. Non lasciate i vostri quattro zampe da soli ad affrontare le loro paure e soprattutto evitate di lasciarli all’aperto. E’ importante custodirli in luoghi tranquilli e protetti. Nei casi di animali anziani, cardiopatici e/o particolarmente sensibili allo stress dei rumori rivolgersi con anticipo al proprio veterinario di fiducia. 


I botti possono causare negli animali diversi stati d’animo: dal semplice disorientamento alla paura, al terrore o angoscia fino ai casi più gravi di disperazione.
 

Cosa fare con un cane che resta a casa da solo:

• lasciare le luci accese;
• lasciare le porte aperte;
• lasciare almeno due stanze a disposizione;
• il suo giaciglio deve essere ben raggiungibile;
• non lasciare oggetti che lo possano ferire;
• inibire i nascondigli troppo angusti, per evitare che si ferisca per entrarci;
• lasciare liberi i soliti nascondigli;
• lasciare a disposizione i suoi giochi e qualcosa da rosicchiare;
• lasciare la ciotola dell’acqua;
• cercare di minimizzare l’effetto dei botti tenendo accese radio o TV;

 

Cosa fare quando il cane è a casa con te:

• se ci sono bambini, istruiscili opportunamente: non devono correre o eccitarlo inutilmente, meglio se lo ignorano;
• lascia le porte aperte, il suo giaciglio deve essere sempre ben raggiungibile;
• inibisci i nascondigli troppo angusti per evitare che si ferisca per entrarci e lascia liberi i suoi soliti nascondigli;
• se si nasconde, non cercare di tirarlo fuori con la forza, deve farlo di sua iniziativa;
• non controllarlo, non deve pensare di essere al centro dell’attenzione, tieni un atteggiamento allegro;
• se cerca il contatto, accettalo ma non favorirlo;
• se abbaia, ulula o guaisce, distrailo;
• attenzione ai balconi aperti: possono essere visti come disperate vie di fuga;
• cerca di sdrammatizzare la situazione, eventualmente facendolo giocare; non devi proteggerlo o confortarlo e soprattutto non devi dar peso alle sue ansie.