Uno su dieci
brillo al volante
nei weekend

Un controllo della polizia
Un controllo della polizia
12.01.2018

VICENZA. Il 9 per cento degli automobilisti fermati dalla polizia stradale lo scorso anno è risultato positivo all’alcoltest. Un dato che sale a un conducente su dieci nel corso dei fine settimana. A dirlo sono i numeri divulgati dalla caserma Sasso di contra’ Santa Maria Nova, che segnalano inoltre un calo sia del numero di incidenti che di vittime rispetto al 2016. Durante la campagna straordinaria di controllo sulle condizioni psicofisiche dei conducenti di veicoli sono stati predisposti 10 posti di controllo con l’impiego di 42 agenti della stradale e 20 tra medici e personale sanitario della polizia di Stato. Gli automobilisti sottoposti all’alcoltest sono stati complessivamente 893: il 9 per cento ha fatto registrare valori oltre al limite consentito dalla legge, mentre il 3  per cento si è rivelato positivo a una o più sostanze stupefacenti. Per questi ultimi, oltre al ritiro cautelativo della patente come previsto dal Codice della strada, è scattato pure il prelievo di saliva inviato al Centro di tossicologia forense della polizia di Stato nella Capitale: le analisi effettuate in laboratorio hanno confermato la prova effettuata in strada.  I controlli della stradale si sono concentrati soprattutto nelle notti dei fine settimana per prevenire le cosiddette “stragi del sabato sera”. In quel lasso di tempo la statistica degli automobilisti che si erano messi al volante dopo aver alzato troppo il gomito sale al 10 per cento. Le persone denunciate per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, invece, sono state cinque mentre i veicoli sequestrati sette.

 

Meno incidenti e meno vittime. È quanto emerge dai dati relativi al 2017 della polizia stradalemdi Vicenza, le cui statistiche sono state rese note oggi. Complessivamente si registra una diminuzione degli incidenti, che sono stati 371 (il 12% in meno rispetto al 2016), delle persone ferite (322, il 7% in meno) ma soprattutto una considerevole diminuzione delle vittime, che sono state 11, il 47% in meno rispetto all’anno precedente. Nello scorso anno, con 3.029 pattuglie di vigilanza, la polizia stradale berica ha accertato complessivamente 7.763 infrazioni al codice della strada, che ha portato al ritiro di 234 patenti e 66 carte di circolazione, per un ammontare complessivo di 9.039 i punti decurtati.