Una montagna
di rifiuti davanti
alla Basilica

L’immagine scattata in piazzetta Palladio
L’immagine scattata in piazzetta Palladio
NI.NE.18.11.2018

VICENZA. Una montagna di rifiuti accanto ad Andrea Palladio. Non c’è nessuna metafora. La frase va presa e letta in senso letterale. Perché lì, sotto lo sguardo della statua e all’ombra della sua creazione più pregiata, la Basilica, ieri mattina è comparsa una montagna di rifiuti che è stata notata da turisti, negozianti, residenti e anche consiglieri comunali di maggioranza che hanno immediatamente fatto partire un tam-tam nelle chat di gruppo. L’immagine, scattata alle nove di mattina che ha fatto il giro dei cellulari, mostra cassette, sacchetti, cartoni e quant’altro accatastati alla rinfusa accanto al porticato di piazzetta Palladio. Sullo sfondo, invece, si nota il centro storico in “fermento”.

«È una situazione spiacevole - ammette l’assessore al territorio Lucio Zoppello - che è dovuta evidentemente a qualche inconveniente. Ci attiveremo per i controlli e convocherò un vertice con Aim Ambiente e commercianti».

 

Quei rifiuti indifferenziati non sono spuntati dal nulla. A chi capita di passare dopo l’una di notte in quel punto del centro storico sarà capitato più volte di notare la montagna di immondizia crescere minuto dopo minuto. Lì, infatti, numerosi commercianti del centro portano sacchetti e cartoni che vengono successivamente prelevati dagli addetti di Aim Ambiente. «È stato concordato un passaggio tra le 2.30 e le 3 di notte. Facile dunque che quei rifiuti siano stati conferiti dopo quell’ora»