Tracce maturità
Bassani, Moro
e la Costituzione

Gli studenti oggi impegnati nella prova di italiano
Gli studenti oggi impegnati nella prova di italiano
Anna Madron20.06.2018

VICENZA. ore 10. Le previsioni della vigilia quasi tutte rispettate per la prima prova, quella, appunto, di italiano, che oggi si trovano ad affrontare gli oltre 500 mila maturandi da nord a sud Italia: le persecuzioni razziali ne "Il giardino dei Finzi Contini" capolavoro di Giorgio Bassani, a 80 anni dall'emanazione delle leggi razziali; il principio dell'uguaglianza nella Costituzione italiana, di cui ricorrono i 70 anni; la Cooperazione Internazionale per il tema storico, con un focus sugli statisti Alcide De Gasperi e Aldo Moro, a 40 anni dal rapimento e dall'uccisione dell'esponente della Dc; l'amore e la solitudine della poetessa Alda Merini per la prova di arte; massa e propaganda, anche questo un argomento attualissimo, la la traccia scelta per l'ambito storico-politico.

I temi erano stati selezionati all'inizio dell'anno dal precedente titolare del Miur, la ministra Valeria Fedeli. Gli spunti che erano emersi già da tempo, infatti, con il passare dei giorni hanno preso definitivamente quota. In particolare, la traccia sulla Costituzione, a 70 anni dall'entrata in vigore, per molti maturandi era una quasi certezza anche perchè nell'ultimo anno le scuole, su impulso del ministero dell'Istruzione, hanno parlato tanto della nostra Carta fondamentale.

Anche il tema su Aldo Moro e sulle leggi razziali, dati gli anniversari e il dibattito di questi giorni, era in qualche modo atteso da studenti e famiglie.

 

ore 8,30. Lo scrittore Giorgio Bassani è stato scelto per una delle tracce della prima prova di italiano della maturità 2018. Si tratta di un brano del suo più famoso libro, Il giardino dei Finzi Contini.

La Cooperazione Internazionale per il tema storico, con De Gasperi e Moro in particolare. I volti della solitudine per il componimento di Arte. 

Gli esami sono iniziati alle ore 8,30 per 509.307 studenti. Nel Vicentino sono 7.494. Secondo le prime rilevazioni del MIUR, il tasso di ammissione all’esame è stato del 96,1%. 

 

LE TRACCE. Lo scrittore Giorgio Bassani è stato scelto per una delle tracce. Si tratta di un brano del suo più famoso libro, Il giardino dei Finzi Contini, pubblicato nel 1962 da Einaudi. Il testo scelto per la maturità è ispirato alla storia vera di Silvio Magrini, presidente della comunità ebraica di Ferrara dal 1930, e della sua famiglia e racconta "gli orrori della persecuzione fascista e razzista, la crudeltà della storia, l'incantesimo dell'infanzia e la felicità del sogno".

Nel 1970 da romanzo è stato tratto il film omonimo, diretto da Vittorio De Sica. 

 

Scelti poi la Cooperazione Internazionale per il tema storico, con De Gasperi e Moro in particolare. Una poesia di Alda Merini è stata scelta come documentazione da utilizzare per la prova di arte dedicata alla solitudine della prima prova di italiano della maturità 2018.

Il principio dell'uguaglianza nella Costituzione è la traccia di carattere generale della prima prova di italiano della maturità 2018.

Massa e propaganda. E' questa la traccia scelta per l'ambito storico-politico.

 

I SAGGI BREVI. Ambito Storico-Politico: masse e propaganda (con brani di Giulio Chiodi e Andrea Baravelli). Ambito Artistico-Letterario: la solitudine nell'arte e nella letteratura (con brani di Petrarca, Pirandello, Quasimodo, Merini, Dickinson e immagini di opere di Giovanni Fattori, Munch, Hopper). Ambito Tecnico-Scientifico: il dibattito bioetico sulla clonazione (con un articolo di Elisabetta Intini tratto da Focus.it). Ambito Socio-Economico: la creatività, dote d'immaginare, come risultato di talento e caso.

 

ore 6. Per un esercito di 7.494 studenti, tra città e provincia, si alza questa mattina il sipario sulla maturità, l’ultima prima di una riforma che rivolterà l'esame scolastico come un guanto cancellando la terza prova e modificando l’orale. Dopo l’apertura delle buste si saprà se il rapimento di Aldo Moro, i settant’anni della Costituzione, i quaranta dalla morte di Martin Luther King, i cento dalla battaglia di Caporetto hanno illuso i maturandi che come ogni anno per il tema di italiano confidano in anniversari e scadenze.

 

Dopo la prova di italiano che apre la terna di scritti, domani gli studenti proseguiranno la maratona con le prove di indirizzo. Niente fisica nei licei scientifici, mentre la novità è lo scritto di scienze umane nei Les, i licei economici sociali dove gli studenti dovranno misurarsi non più con diritto ed economia, ma con sociologia e metodologia della ricerca, materie trattate nei programmi di scienze umane dell’ultimo anno e mai uscite alla maturità in forma di seconda prova.