Rissa tra ventenni
Dopo i controlli
scatta la denuncia

Agenti della polizia al lavoro
Agenti della polizia al lavoro
18.05.2017

VICENZA.  La notte scorsa, in contra’ Barche, gli agenti delle volanti sono intervenuti, dopo la richiesta arrivata da alcuni residenti, per sedare una furibonda lite scoppiata tra alcuni ragazzi (tutti di età compresa tra i 19 e i 25 anni).

Una volta riportata la calma, i poliziotti hanno notato che uno dei giovani (un ragazzo di origine albanese residente in città) aveva in tasca un coltello a serramanico di quasi una ventina di centimetri complessivi. Per questo motivo, dopo essere stato identificato è stato denunciato per porto abusivo di arma da taglio. E un’altra denuncia, anche in questo caso per porto abusivo di oggetti atti a offendere, è toccata ad A.H., tunisino di 27 anni, clandestino e già espulso dall’Italia l’anno scorso. Nonostante questo, però, il nordafricano nei mesi scorsi è riuscito a tornare nel nostro Paese e a ristabilirsi ancora in città.

L’altro giorno è stato fermato, controllato, e denunciato, dai poliziotti, intorno alle 18, in piazzale Bologna. La lama, un coltello “a farfalla” che teneva all’interno della tasca dei pantaloni, aveva una lunghezza complessiva di 22 centimetri. Nel corso del loro servizio gli agenti hanno controllato complessivamente 35 persone ma trovati con i documenti in regola. Non è stata invece rinvenuta della sostanza stupefacente.

L’area intorno a Campo Marzo (piazzale Bologna è una delle zone più a rischio e più tristemente note) è così ancora “sorvegliata speciale” da parte delle forze dell’ordine. Da qualche tempo i residenti si sono moltiplicate anche le segnalazioni e le attività dei comitati cittadini e dei residenti.

Condividi la notizia