Profughi integrati
da alcuni anni
vengono espulsi

Profughi soccorsi nel Mediterraneo dalla guardia costiera italiana
Profughi soccorsi nel Mediterraneo dalla guardia costiera italiana
12.01.2019

VICENZA. Saranno espulsi perché la Cassazione afferma che non meritano alcuna protezione internazionale, nonostante la loro avvocata ripeta con grande forza che una volta rientrati in patria rischiano la morte. I due giovani profughi, richiedenti asilo, lavorano da anni in conceria perché hanno il permesso di soggiorno e sono integrati. Ma dovranno lasciare l’Italia perché al termine dell’iter amministrativo per il riconoscimento dello status di rifugiato politico o umanitario, sono stati ritenuti entrambi migranti economici. E come tali, in ossequio alla legge, devono lasciare il nostro Paese.