Paura in carcere
Medico aggredito
da un detenuto

Dirigente aggredito in carcere
Dirigente aggredito in carcere
17.11.2018

VICENZA. Aggredito, nella casa circondariale di Vicenza, il direttore della sanità penitenziaria dell’Ulss. Un detenuto, un tunisino tossicodipendente di 48 anni che ha alle spalle una sfilza di reati, gli ha sferrato un tremendo pugno sulla faccia, per fortuna senza serie conseguenze, ma per il quale è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del pronto occorso del San Bortolo. Un agente di guardia è subito intervenuto in difesa del dirigente, e il carcerato è stato immobilizzato e messo in isolamento. Ma, intanto, è l’ennesimo episodio di violenza, verbale e fisica, ai danni del personale sanitario in servizio nell’istituto di pena di San Pio X, che ripropone ancora una volta il problema della sicurezza all’interno del carcere per quanti, medici e infermieri, lavorano ogni giorno negli ambulatori e nell’infermeria a contatto con i reclusi.