Movida violenta
Denunciati
sei giovani

La zona in cui è avvenuto il parapiglia. ARCHIVIO
La zona in cui è avvenuto il parapiglia. ARCHIVIO
12.01.2019

VICENZA. Da accusatori ad accusati. La questura ha chiuso le indagini sui disordini scoppiati nella tarda serata del 30 novembre in contra’ Pescherie Vecchie, quando gli agenti vennero insultati e una pattuglia venne accerchiata e presa a calci e pugni da numerosi frequentatori della movida. Filmati e testimonianze hanno permesso alla questura di denunciare sei giovani.

Abitano tutti in città: L.B., 19 anni, già multato quella sera per ubriachezza molesta, è ora accusato anche di oltraggio a pubblico ufficiale; T.S. (sono state fornite solo le iniziali), oggi diciottenne ma all’epoca dei fatti minorenne, deve rispondere di resistenza per aver colpito l’auto della polizia; un’altra ragazza, maggiorenne da un mese, è stata denunciata per oltraggio e per essersi rifiutata di mostrare i documenti.

Infine, altri tre giovani, due di 22 anni e un terzo di qualche anno più vecchio, (non sono state divulgate altre informazioni), sono accusati di aver aggredito un gruppo di ragazzi dopo che i poliziotti se ne erano andati.

CORRELATI