Malato di cancro
multato 66 volte
mentre va a curarsi

L'ingresso in una Zona a traffico limitato. ARCHIVIO
L'ingresso in una Zona a traffico limitato. ARCHIVIO
D.N.12.03.2018

VICENZA. Aveva scoperto di essere ammalato di cancro e di avere immediato bisogno di cure mediche. Per questo si era accordato con una clinica del centro di Padova e, per circa un mese, aveva seguito una terapia quasi giornaliera. Ma un professionista vicentino di 56 anni non aveva fatto i conti con la Zona a traffico limitato, di cui non conosceva l’esistenza e che, a suo dire, non era ben segnalata. Risultato: era stato multato 66 volte, per quasi 6 mila euro complessivi. Ogni giorno, prima e dopo la terapia, è scattato per lui il verbale, con le telecamere. Ha presentato ricorso, ma il giudice di pace gliel'ha respinto. «Scriverò al presidente della Repubblica», annuncia.