Il dramma della Grande Guerra Mostra e rievocazione a Costozza

Soldati francesi di una fanfara nel parco di villa Carli
Soldati francesi di una fanfara nel parco di villa Carli
Albano Mazzaretto 29.09.2018

Un’imponente manifestazione in ricordo del centenario della Grande Guerra. È quella organizzata per tutto il fine settimana dal gruppo alpini di Costozza. «Al centro dell’evento - spiega il capogruppo Fabio Crivellaro - ci saranno gli eventi, i luoghi, le persone, soprattutto soldati, che collegano Longare con la Prima Guerra Mondiale. Ci sarà la storia, con documenti e foto, dell’ospedale militare da campo 038, che era alloggiato nel parco di Villa Trento Carli e negli spazi adiacenti Villa Aeolia. Un modello di ospedale militare da campo verrà inoltre allestito negli impianti sportivi di Costozza. Possiamo dire che dei soldati ricoverati nell’ospedale 038, siamo riusciti a identificarne 131 ricostruendo la loro storia militare e i luoghi di provenienza. Presto le schede dei 131 degenti, saranno ricomposte in un libro a cura del Gruppo alpini Costozza. Sappiamo che molti dei soldati deceduti per le ferire riportate in campo di battaglia, o per altre cause, vennero seppelliti nel cimitero di Costozza e dopo la guerra le salme furono traslate nei luoghi d’origine. Solo uno di questi soldati, Giuseppe Caccia, originario del Varesotto, è rimasto a Costozza, il perché non siamo riusciti scoprirlo». Accanto all’ospedale nei locali dietro la chiesa parrocchiale sarà allestita una bella mostra con la collaborazione del museo delle forze armate 1914-1945 di Montecchio Maggiore. «Tra le cose più interessanti - precisa Crivellaro - oltre al consueto strumentario di guerra, divise, armi, elmetti, lettere, documenti, stampe e suppellettili varie, ci sarà un autocarro Fiat 18 BL, tre divise di Antonio Riva Barbaran, uno dei 40 assi dell’aviazione italiana della Prima Guerra Mondiale. Sarà inoltre esposto l’elenco di tutti i caduti di Longare, sui quali sta lavorando Montano Riva Barbaran, il figlio dell’asso dell’aviazione, per un libro che verrà presentato il 4 Novembre». Domani, la giornale centrale con la messa alle 9, la sfilata alle 10 fino all’ex cava e alle 11 la rievocazione storica con i gruppi rievocatori: Argine maestro Saletto di Piave - I caimani del Piave, 22a Compagnia autonoma Skiatori, Welsch Tiroler Historische Vereinigung e la 12th Durham Light Infantry. Oggi alle 9.30 ci sarà la benedizione della lapide restaurata del sergente Caccia nel cimitero di Costozza; alle 10.30 l’inaugurazione della mostra sulla Grande Guerra. Alla sera alle 20.45 spettacolo teatrale a cura de “Il Covolo” di Longare. • © RIPRODUZIONE RISERVATA