Inviano un sms
e le svuotano
il conto corrente

La truffa è scattata dopo che i malviventi hanno “clonato” il telefono cellulare della vittima
La truffa è scattata dopo che i malviventi hanno “clonato” il telefono cellulare della vittima
Matteo Bernardini20.01.2019

VICENZA. La nuova frontiera della truffa passa attraverso la clonazione del telefono cellulare della vittima dopo che i malviventi, con uno stratagemma, sono riusciti a entrare in possesso delle sue coordinate bancarie. Il raggiro, qualche giorno fa, è costata a una vicentina di 30 anni, la somma di 16.300 euro, ovvero tutti i soldi che la donna aveva nel proprio conto corrente. Dopo la denuncia presentata in questura, sul caso stanno ora lavorando gli agenti della sezione volanti coordinati dal commissario capo Cristiano Fiorin. L’inizio del raggiro, per la trentenne è cominciato con un sms arrivato al suo telefono cellulare. Un messaggio apparentemente inviato dalla sua banca che le chiedeva di inviare le proprie coordinate per attivare una nuova procedura capace di garantirle una maggiore sicurezza. Sms a cui la vicentina ha risposto, in totale buona fede, senza immaginare che quel passaggio le sarebbe costato tutti i suoi risparmi. Infatti, rispondendo, la donna si è consegnata ai truffatori che hanno così potuto dare inizio alla fase-due del loro piano.