Il Pigafetta
imbrattato
dai vandali

Vandali in azione al Pigafetta
Vandali in azione al Pigafetta
Laura Pilastro18.02.2019

VICENZA. Il colpo d’occhio è impressionante più o meno da qualsiasi angolazione si guardi il liceo Pigafetta tra contra’ San Marcello e contra’ Cordenons. Gli spazi sotto le finestre delle aule, accanto ai due ingressi e persino sulle pareti dell’antico ospedale di San Marcello, ora inglobato all’istituto, sono occupate da scritte e graffiti che da anni deturpano le facciate della scuola. La situazione era stata presa in carico dall’ufficio Muri puliti, istituito dall’ex sindaco Achille Variati e ora assorbito dalle funzioni del settore Ambiente del Comune, ma tra richieste di autorizzazione alla Soprintendenza e documenti da produrre, la procedura si è inceppata tra gli ingranaggi della burocrazia, con l’effetto che tutto è sempre rimasto immutato. Intanto, l’assessore alle infrastrutture con delega all’arredo urbano, Claudio Cicero, intende percorrere la strada del protocollo unico per semplificare la cancellazione delle scritte abusive sui muri della città e così rendere più rapido il processo autorizzativo da parte delle Belle Arti per gli edifici vincolati.