Il contributo comunale alla chiesa di San Nicola

Antonella Fadda 22.12.2018

Andranno alla chiesa di San Nicola di Creazzo i contributi comunali della legge regionale 44, che prevede di riservare una quota dei proventi degli oneri di urbanizzazione secondaria a favore di interventi a favore delle chiese e degli edifici religiosi. Il Consiglio comunale ha recentemente approvato all'unanimità di destinare alla chiesa che si affaccia sulla Strada Regionale 11 la cifra di 5.600 euro. L’intera somma disponibile andrà dunque a questa chiesa, ma c’è una spiegazione a questa decisione presa dall’assemblea. «Dal momento che in paese è presente l’unità pastorale - spiega il sindaco, Stefano Giacomin - non si pone più il problema di suddividere i contributi a seconda delle tre parrocchie che ora fanno capo ad un unico punto di riferimento». A ottobre era arrivato in municipio la richiesta di ottenere un contributo di oltre 12 mila euro da destinare ai lavori di restauro completo delle porte laterali, la sostituzione del portoncino della canonica della chiesa di San Nicola, la potatura delle piante ad alto fusto, delle siepi, la tinteggiatura delle aule e del vano scale della scuola materna, la ristrutturazione dell’impianto di riscaldamento e per varie manutenzioni. Lo scorso anno, per i lavori nella parrocchia di San Marco e in osservanza della legge regionale, erano andati 2.400 euro mentre l’anno precedente alla stessa chiesa erano stati destinati 3.200 euro. Il medesimo importo era stato destinato nel 2015 per contribuire ai lavori di restauro del campanile della parrocchia di San Nicolò. Ora tocca a San Nicola. • © RIPRODUZIONE RISERVATA