Cerca di rientrare
dopo l'espulsione
dall'Italia: arrestato

Arrestato e portato in cella
Arrestato e portato in cella
06.12.2017

VICENZA/TRIESTE. Condannato in via definitiva a Vicenza ed espulso con accompagnamento alla frontiera aerea di Verona, dopo quasi tre anni rientra in Italia e finisce in manette. Si tratta di un cittadino albanese, G.S., 22 anni, arrestato a Fernetti da una pattuglia della Polizia di Frontiera
di Trieste. Il giovane stava tornando in Italia nonostante il divieto di reingresso di cinque anni imposto con il provvedimento di espulsione. Da qui l’arresto e il trasferimento nel carcere di via del Coroneo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Era stato condannato a due anni di reclusione per furto aggravato e lesioni personali aggravate; alla condanna è seguita l’espulsione giudiziaria come pena alternativa. G.S. viaggiava a bordo di un autobus di linea Tirana-Milano, fermato nell’ambito delle consuete attività di retrovalico. Durante il controllo dei documenti, il suo atteggiamento ha insospettito i poliziotti. Dalle successive verifiche è emerso che aveva esibito un passaporto con altre generalità.
 

Condividi la notizia